Il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito istruzioni alle Pmi per poter usufruire di incentivi per nuovi investimenti relativi al processo produttivo relativamente a macchinari, impianti, attrezzature, hardware, software e tecnologie digitali. Quindi, dal prossimo 31 marzo 2014, si potranno presentare domande di agevolazione alle banche od agli intermediari finanziari che aderiscono alle convenzioni e questi incentivi sono previsti dalla Sabatini bis e garantiti dalla Cassa Depositi e Prestiti. Un po’ di ossigeno per le imprese che dovranno solo pedissequamente seguire le istruzioni per effettuare le domande e dovranno avere, ovviamente, i requisiti idonei ed il merito creditizio.

Certamente, le domande proposte saranno tantissime e quindi tutte vagliate con estrema attenzione e solo quelle perfettamente confacenti ai “dettami” della Sabatini bis saranno prese in considerazione: il mancato utilizzo della modulistica prevista, la sottoscrizione di dichiarazioni incomplete e l’assenza anche parziale dei documenti e delle informazioni richieste costituiranno motivo di non accettazione della domanda ed il finanziamento ed il contributo non saranno ammissibili. Le domande, perfettamente compilate in ogni parte, andranno presentate a partire dalle ore 9 del 31 marzo 2014 attraverso posta elettronica certificata -PEC- alle banche od intermediari finanziari con i quali le varie imprese dovranno relazionarsi per definire le modalità del finanziamento. Finalmente un aiuto concreto agli operatori del settore del gioco lecito… che ne avevano proprio bisogno anche in attesa dei cospicui ed ingenti investimenti che il divenire delle nuove attrezzature da intrattenimento per essere “al passo con i tempi e con lo sviluppo della tecnologia” renderà indispensabili.